Saw: Legacy – La recensione

A fine ottobre ero molto impegnato a scrivere una tesi su cinema, antropologia e mitica/religione per riuscire ad andare a gustarmi qualche bel film in sala. A malapena sono riuscito a farmi la maratona di IT (nonostante abbia fatto storcere il naso a molti, io me lo sono gustato). Purtroppo persi tra i tanti anche Saw: Legacy, l’ultimo capitolo di una delle saghe che mi ha sempre disgustosamente divertito (e “torturato” le interiora). Fu proprio grazie a Saw – L’enigmista (2004) di James Wan, scritto a quattro mani con lo sceneggi-attore Leigh Whannell, e a Hostel (2005) di Eli Roth che prese vita il torture porn. Si trattava di una formula molto semplice: film di basso budget e un’alta concentrazione di particolari grotteschi e sanguinolenti per i giochi sadici con cui (non) ignare e (non) colpevoli vittime venivano fatte a pezzi lentamente. E ogni anno, fino al 2010, abbiamo assistito ad un nuovo splatterosissimo capitolo di Saw, differenti dal loro capostipite per una minore fedeltà al genere thriller perchè più concentrati ad impressionare con torture sempre più macchinose e disperate. Alla fine, Saw 3D ci lasciava con la morte del carnefice burattinaio John Kramer (un sempre carismatico Tobin Bell) e la sua condanna conclusiva: “game over”.

John Kramer è morto! Viva John Kramer!

Continua a leggere “Saw: Legacy – La recensione”

Annunci

I 10 film più attesi del 2018

Gennaio è iniziato, ci stiamo lasciando le feste e tanti ricordi (positivi e negativi) alle spalle. Qui si sta ancora cercando di recuperare l’enorme mole di films persi durante il 2017. Ma ora, è arrivato il momento di guardare avanti e, mentre scrivo la recensione del divertentissimo Jumanji 2 (che leggerete nei prossimi giorni), eccovi una sfilza di films di questo nuovo anno che attendo particolarmente.
Vorrei farlo, ma non inserirò Star Wars: Solo perchè è un film che, da amante fanatico di Star Wars, aspetto nervosamente e allo stesso tempo spero non arrivi mai il fatidico momento: per la prima volta ho una paura matta. Non voglio pensarci. Aaaargh!
E voi cosa attendete?  Continua a leggere “I 10 film più attesi del 2018”

Top2017: i 10 (+1) migliori film dell’anno

Eccoci, è l’ultimo giorno dell’anno. Dopo la flop2017 (mi ha stupito vedere tanto criticata la mia scelta di “elevare” La mummia di Alex Kurtzman a peggior filmaccio) è arrivato il momento della classifica dei migliori films di questo lunghissimo 2017. Prima di cominciare, volevo ricordarvi che quella di seguito è una MIA PERSONALE TOP10 (+1) e poi volevo augurarvi BUON ANNO NUOVO. Grazie per averci seguito, la redazione di cinemundto.com.

1. La La Land (qui la recensione)

La La Land by Damien Chazelle

Continua a leggere “Top2017: i 10 (+1) migliori film dell’anno”

Flop2017: i 10 peggiori film dell’anno

Natale è ormai alle spalle, qui su cinemundto.com siamo tutti appesantiti ma felici (e forse qualcuno ha fatto indigestione di panettoni). Si guarda e riguarda Una poltrona per due come da tradizione e c’è chi consuma il dvd di Festa in casa Muppet. Si continua a discutere animatamente sull’ultimo capitolo di Star Wars, c’è chi l’ha amato (qui un nostro veloce pensiero sul film) e chi l’ha detestato…
Come al solito, è giunto quel momento in cui tutti iniziamo a fare un recap di ciò che è successo in questo lungo anno trascorso, a ripensare a cose tristi (ieri è stato un anno da quando ci ha lasciato la nostra Principessa) e a cose felici (io, ad esempio mi sono laureato giusto un mese fa), ad elaborare liste di filmoni che ci hanno fatto sognare ma anche di quelli che inaspettatamente ci hanno deluso.

Mentre finisco la mia forsennata corsa contro il tempo per recuperare un’ultima manciata di film, sono già prontissimo a mostrarvi quali siano le delusioni più amare di questo 2017 (qui trovate quelle del 2016). Ma prima, ci tengo a fare qualche appunto: si tratta di una MIA classifica personale e terrò conto solo dei film che sono usciti in Italia tra l’1 gennaio e il 31 dicembre di quest’anno. Continua a leggere “Flop2017: i 10 peggiori film dell’anno”

L’inganno – La recensione

Manca sempre meno alla fine dell’anno. Alla disperata corsa contro il tempo per recuperare i filmoni di questi ultimi lunghi dodici mesi, eccomi alle prese con il film vincitore per la migliore regia dell’ultimo Festival di Cannes, L’inganno di Sofia Coppola. Per l’occasione, mi sono andato a recuperare anche La notte brava del soldato Jonathan (Don Siegel, 1971), di cui la figlia del grande F.F.C. ci tiene a precisare non essere un remake, ma un secondo adattamento del romanzo The Beguiled di Thomas P. Culligan (1966).

Rosè…

Nella Virginia del 1864, un soldato nordista (Colin Farrell) fugge dalla Guerra

Continua a leggere “L’inganno – La recensione”