The Danish Girl – La recensione

the-danish-girl-tickets-prijsvraag
THE DANISH GIRL
Tom Hooper, Usa, Uk, 2015 – Biografico, Drammatico
Voto: 7/8 su 10.

Ci sono voluti 15 anni affinché l’omonimo romanzo di David Ebershoff diventasse un film, ma alla fine The Danish Girl ha preso vita. La pellicola di Tom Hooper (premio Oscar per Il discorso del Re), ha praticamente dipinto i lineamenti, e non solo, delle prima storica transessuale, Lili Elbe, morta nel 1931 alla quinta operazione in pochi anni, quella legata all’impianto dell’utero. Ad assumere i panni del celebre paesaggista danese Einar Wegener è l’ormai noto Eddie Redmayne. A rubare la scena a tutti è Alicia Vikander, negli ultimi mesi apprezzata in Operazione U.N.C.L.EEx Machina. Sarà infatti lei, nei panni di Gerda Gottlieb, moglie di Einar, ad illuminare l’ultima fatica del regista britannico che come al solito è risultato pulito, solido e regolare. Sceneggiato da Lucinda Coxon, The Danish Girl pennella i tratti di una storia d’amore, quella di Einer Wegener e Gerda Gottlieb, poco più che ventenni sposi nel 1904 dopo essersi conosciuti alla scuola d’arte di Copenaghen. Pare conducano una perfetta vita da artisti: lui paesaggista e lei ritrattista. Einer per caso si ritrova a posare vestito da donna, esperienza che finirà per stravolgerlo facendo venire fuori Lili.

Mi piacerebbe fare un inciso prima di andare oltre: ci sono film complicati da commentare, soprattutto quando si affrontano temi delicati che trattano di argomenti a sfondo sociale. Sicuramente la storia di Lili Elbe ha fatto da pioniera ed è stata un grande esempio nella comunità LGTB, e questo tutti noi lo ammiriamo e lo rispettiamo a prescindere. Sicuramente non è mai esistito film più politicamente corretto di questo. Detto ciò, a me piacerebbe parlare del film e scindere le tematiche sociali poiché è di questo che ci occupiamo. Di puro cinema.

La maniere di Tom Hooper sono sempre molto garbate ed educate, i costumi patinati, la fotografia pittorica e le interpretazioni sono decisamente meno problematiche e distruttive di quello che i fatto lasciano intendere. L’abilità è stata di togliere il brutale e il sessuale, di modo da far masticare la transessualità a tutti, anche da chi continua a storcere il naso. È un film che piacerà anche alle signorotte per bene e, chi lo sa, magari anche ai miei nonni. Sicuramente sono stati vissuti ed analizzati a dovere i processi emotivi, tutti i sentimenti e i dilemmi sono lì, si possono toccare e sentire e non sia mai che qualcuno mi fulmini, ci si può anche immedesimare. D’altronde stiamo parlando di qualcuno che ricerca il suo vero io e la lotta per l’autoaccettazione la facciamo tutti. Mi sembra scontato dire che le pulsioni sessuali, quelle carnali, sono fuoricampo, ammicate e questa e una grande pecca . Sono un po’ stufa di questo alone di pudore anche sui film in cui di pudico non vi è molto. La realtà non si vergogna più del sesso. A regnare sono i primi piani di Redmayne, lentamente sempre più femmineo in un trionfo di buona recitazione, cosi che il suo Wegener passi da gentiluomo distinto a signora elegante e non da maschio a femmina. Molto più interessante è a mio parere l’interpretazione della Vikander, una donna innamorata e profondamente intelligente che decide di rimanere di fianco alla persona che ama. Anche se accennata è molto bella l’analisi di come un cambio d’identità di questo tipo possa incidere su una relazione e addirittura su un matrimonio. Hooper è così abile che riesce addirittura a levare passione e turbamento dal suo primo bacio omosessuale, riesce a convincere il pubblico che cambiare sesso è solo una questione di spiccata sensibilità femminile in uomini con animo d’artista e tralascia la violenza e il turbamento della carne che può portare questo processo. È un film romantico che parla di amore e di linee delicate, d’introspezione e di lotta interiore. La dolcezza del regista e degli attori è adorabile e disarmante, ma nella vita reale i bocconi amari esistono eccome. Comunque è un film da vedere, piacevolissimo e fatto sicuramente con stile e bravura.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...