Attacco al potere 2 – La recensione

london-has-fallen-cinematic-comfort-food-874463
LONDON HAS FALLEN: ATTACCO AL POTERE 2
Babak Najafi, Usa, Uk, Bulgaria, 2016 – Azione, Thriller
Voto: 6,5 su 10.

Who is Mike Banning?
Ve lo ricordate il primo film? Si intitolava Olympus has fallen: Attacco al potere ed era un film diretto da Antoine Fuqua. Quel film che uscì poco prima di Sotto assedio – White House down, che per qualche ambiguo motivo era praticamente il suo gemello, se non per qualche piccolo dettaglio (Roland Emmerich il catastrofista che dirigeva la coppia Channing Tatum&Jamie Foxx). Il primo capitolo non era malaccio, un bel filmetto tutta azione in cui il protagonista di turno (Mike Banning aka Gerard Butler) rimaneva da solo ad affrontare un numero estremamente esagerato ed efficientemente super armato di nord coreani incazzati che assaltavano la Casa Bianca per uccidere il Presidente degli Stati Uniti (Benjamin Asher aka Aaron Eckart). Ovviamente il solitario protagonista vinceva tutto contro tutti e gli Usa risultavano il meglio del meglio del mondo in una esaltazione autocelebrativa.

maxresdefault (2)

Greetings from London. Mike Banning.

Mike Banning is back!
Il primo capitolo incassò abbastanza rispetto al basso budget a disposizione (cosa che non si può dire del film di Emmerich), così da convincere qualche major a pensare subito ad un sequel. Quindi eccoci qua, nuova location e, si spera, nuova storia o almeno qualcosa di originale… No. Siamo subito catapultati a Londra per il funerale del Primo Ministro inglese ed ecco comparire subito un branco di mercenari e terroristi arabeggianti (capitanati da un mercante di armi arabo che direttamente o indirettamente finisce per essere uno stereotipo di ciò che attualmente la paura dell’Isis rappresenta per gli Usa) che iniziano a spargere il terrore per la capitale inglese. Fatti fuori tutti i vari capi di stato già dopo pochi minuti dall’inizio del film, l’unico che ancora resiste e resisterà è ovviamente il “Presidente” Benjamin Asher aka Aaron Eckart. Perché anche se il Presidente avrà a disposizione la migliore e super efficiente difesa possibile, tutti i suoi uomini cadranno abbattuti uno dopo l’altro, e solo Mike Banning aka Gerard Butler potrà veramente salvarlo da una decapitazione in diretta.

45-London-Has-Fallen-AP

This… is… London!

Purtroppo il film non regala niente di nuovo rispetto ad Attacco al potere, se non per la scelta di una qualche contestualizzazione del nemico “idealizzato” in base ai giorni in cui il film è girato: nel 2013 si parlava delle manie di grandezza del piccolo Nord Corea e delle loro minacce verso il mondo intero, e oggi si parla di Isis. Babak Najafi, regista iraniano naturalizzato svedese, non riesce nemmeno a girare delle buone sequenze d’azione che sembrano riciclate da altri action movie con sempre i soliti cliché (almeno nel primo capitolo la mano di Antoine Fuqua si sentiva). E non basta un Gerard Butler più incazzato e scorretto che spara anche a terroristi disabili su carrozzine e fa battute sempre più beffardamente patriottiche a gestire tutto il casino del regista… Nota deludente anche per Morgan Freeman e il suo gruppo di assistenti colleghi (Melissa Leo, Robert Forster e Jackie Earle Haley) che seguono tutta la vicenda narrativa dalla sala controllo della Casa Bianca. Cattiva gestione anche nel reparto degli effetti speciali che sembra essere alle prime armi con il proprio mestiere: le esplosioni iniziali degli attentati risultano fintissime.

Ma in tutta questa storia in cui i servizi segreti commettono leggerezze nel sorvegliare Londra, i Bobbies (poliziotti inglesi) sono inutili, i SAS risultano inefficienti e i terroristi scorrazzano a loro piacimento per le streets, le roads e le squares e i capi di stato muoiono come mosche… la Regina dov’è?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...