Rampage – Furia animale – La recensione

Per tutti i fan(atici) di Dwayne “The Rock” Johnson il 2018 sarà meraviglioso! Quest’anno vedremo infatti l’iconica star di origini samoane in ben tre testosteronici film: Jumanji – Welcome to the jungle (che proprio in questi giorni è uscito in homevideo e se non ve lo siete visti a gennaio al cinema, è il momento di recuperarlo), questo Rampage – Furia animale (o meglio, The Rock – Furia bestiale!) di cui vi sto per parlare e Skycraper (con The Rock che fa cose incredibili anche senza una gamba, che uscirà il 19 luglio). E ci sarebbe ancora da aggiungere qualche altra piccola partecipazione a film minori per l’attore del momento più pagato al mondo che macina film come se non ci fosse un domani: e qui si esclama tutti in coro “grazie che esisti!”.

Lo splendente poster giapponese. Ammirate!

Accingiamoci a parlare del film.
Un gorilla, un lupo e un coccodrillo (sembra l’inizio di una barzelletta ma non lo è) entrano in contatto con un misterioso e sofisticato siero sperimentale militare che li infetta aumentando le loro dimensioni, la loro forza e la loro cattiveria: diventano insomma dei megamostri super aggressivi che vogliono spaccare palazzi e uccidere umani. Ma prima erano animali normali, bestie selvatiche o semplicemente un gorilla albino di nome George che parlava e scherzava con The Rock attraverso il linguaggio dei segni. Poi quella misteriosa sostanza li ha trasformati e ora i megamostri stanno avanzando verso Chicago, attirati da un ultrasuono di richiamo (da chi quel siero lo ha creato). A The Rock, un semplice primatologo molto pompato e con un passato da forze speciali e azioni di antibracconaggio in Africa che pensa solo al suo bianco primate e rifiuta ammiccanti appuntamenti con ragazze attraenti, il delicato compito di rinsavire l’enorme amico George e salvare la metropoli americana. Ad affiancare il nostro eroe una splendida dottoressa (Naomie Harris) e un ambiguo agente X-cowboy (Jeffrey Dean Morgan).

Bromance.

Accingiamoci a parlare dell’Uomo.
The Rock si è ormai da anni costruito sulla propria pelle un grandioso personaggio che interpreta perfettamente: è essenzialmente sè stesso, simpaticissimo e autoironico, capace di coniugare intrattenimento muscoloso e divertimento testosteronico. Con la sua presenza umoristica e prestanza fisica si erge a gigante tra gli umani, quasi come se fosse un dio splendente fatto uomo, uno sfrontato e magnifico uomo. E qui gli si vuole benissimo. Ora, provate a unire The Rock ad un progetto che vede “enormi” mostri che per la prima volta fanno sentire piccolo il nostro “possente” uomo ed avrete qualcosa di “grande”.  Il regista Brad Peyton (Viaggio nell’isola misteriosa, San Andreas) si tuffa a piene mani in quello che si può definire un monumento moderno ai monster movies. Perchè Rampage non è solamente l’adattamento dell’omonimo videogioco arcade degli anni 80 creato da Midway Games, ma ne trae le basi per rimescolare e ricreare una colossale e magnifica guerra urbana di mostri con The Rock scatenato in mezzo. Con questo non voglio dire che sia il film del decennio, nè tanto meno dell’anno, ma sicuramente uno spettacolare divertimento di mostri-azione-effettistica. Tant’è che il film ha una struttura semplice e lineare e ricorda un prodotto dell’Asylum, ma molto più ricco e con una cura dei dettagli grafici digitali incredibili: il gorillone George sembra veramente realistico mentre combatte contro il megalupo volante e il megacoccodrillo arroccato su di un grattacielo sfasciando palazzi che crollano come briciole.
Per concludere, andate al cinema perchè vedere questo tipo di mega spettacolarità servono un mega schermo e dei mega popcorn (confermandosi dopo Tomb Raider un’altra trasposizione da videogames pienamente riuscita).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...