Top2018: i 10 (+1) film dell’anno

Buon anno a tutti voi che ci leggete, buon anno a tutta la redazione di @cinemundto. Il 2018 è stato un anno intenso e come al solito ridurre tutti i magnifici film usciti a solo 10 ultimi finalisti è stato uno sporco lavoro. Molti, a malincuore, sono i rimasti esclusi. E altri ancora devo ancora recuperarli.
Vi invito a leggere questa mia classifica e a scrivere la vostra sotto nei commenti. O anche solo a criticare in modo costruttivo le mie scelte.
Ma prima un paio di regole a cui mi sono attenuto: Continua a leggere “Top2018: i 10 (+1) film dell’anno”

Annunci

Spider-Man: Un nuovo universo – La recensione

E’ uscito il giorno di Natale e potrebbe tranquillamente essere il film di Natale, Natale 2018. Anzi, di tutto il 2018 (no, non esagero, o forse sì, ma che emozione!). Spider-Man: Un nuovo universo è un film spettacolare, coraggioso, pieno di magia e di pura anima del famoso tessiragnatele. E’ quello che si dice essere “una frizzantissima boccata d’aria fresca”. E’ il primo lungometraggio animato della Sony, lontano dai classici Disney/Pixar e staccatissimo dal MCU per diritti cinematografici (per quella continuity fate riferimento a Spider-Man: Homecoming e seguiti), ma perfettamente riuscito (non come Venom, che pur non essendo il disastro preannunciato, alla fin fine è risultato essere un misero contentino pieno di battutine con poca vera sostanza).
Prima di darvi due accenni della trama è giusto fare un preambolo, perchè anche se stiamo parlando di un film di Spider-Man, il protagonista non sarà Peter Parker, ma Miles Morales, un altro Spider-Man. Precisamente un altro simpatico arrampicamuri creato negli anni 2000 da Brian Bendis per il nuovo spumeggiante Ultimate Universe: in pratica, la Marvel applicò un rinnovo dei suoi principali protagonisti, dando nuova linfa vitale alle sue storie supereroistiche, ed ecco nascere l’Ultimate Spider-Man (in realtà, lo sottolineo per essere più preciso ancora, Miles Morales sarà il secondo Ultimate Spider-Man, subito dopo l’Ultimate Peter Parker). Il personaggio è piaciuto molto, ed è diventato parte integrante addirittura delle storie classiche. E’ piaciuto così tanto che ci hanno fatto un film (questo). E anche il film sta piacendo così tanto che già si parla di un sequel! E di uno spin-off su Spider-Gwen.

Risultati immagini per spider man into the spider verse
Into the Spiderverse.

Ecco la trama: Peter Parker (o forse Ben Reilly?) è Spider-Man, ormai noi tutti lo conosciamo, un grande eroe dei fumetti, cartoni, serie tv, programmi radio e canzoncine varie, ma incredibilmente

Continua a leggere “Spider-Man: Un nuovo universo – La recensione”

First Man – La recensione

Nel 2016, Damien Chazelle apriva il 73esimo Festival del Cinema di Venezia con La La Land, meraviglioso musical e storia d’amore tra due romantici sognatori. Nel 2018, Chazelle ritorna ad aprire il Festival del Cinema di Venezia con una nuova incredibile opera: First Man – Il primo uomo, film biografico sulla grandiosa missione spaziale compiuta dall’astronauta americano Neil A. Armstrong.

Risultati immagini per first man
Whitey on the moon.

Via con la trama: il film segue il periodo dal momento in cui Neil Armstrong (Ryan Gosling), ancora civile, entra a far parte del NASA Astronaut Corps (1962), passando per la missione Gemini 8 (1966), fino alla riuscita dell’emblematica missione Apollo 11 (20 luglio 1969): ovvero lo sbarco sulla Luna. Oltre alla Continua a leggere “First Man – La recensione”

Festival di Venezia 2018: Cuarón si aggiudica il Leone d’Oro della 75esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia

La 75esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia diretta ancora una volta da Alberto Barbera si è conclusa. Il principale premio della manifestazione, il prestigioso Leone d’Oro per il miglior film, è andato a Roma di Alfonso Cuarón; il Leone d’Argento per la miglior regia va a The Sisters Brothers di Jacques Audiard; il Gran Premio della giuria va a The Favourite di Yorgos Lanthimos. Olivia Coleman (The Favourite) ha vinto la Coppa Volpi per la miglior attrice, Willem Dafoe (At Eternity’s Gate) quella per il miglior attore. Importante ricordare anche i premi alla carriera al Maestro David Cronenberg ed all’iconica attrice inglese Vanessa Redgrave.

Risultati immagini per roma alfonso cuaron
Roma (2018) di Alfonso Cuarón.

Di seguito l’elenco dei premi delle varie categorie: film in concorso, Opera Prima, Orizzonti, Venezia Classici, Venice Virtual Reality). Ricordiamo che la giuria che ha assegnato i premi più importanti era composta da Christoph Waltz, Naomi Watts, Taika Waititi, Trine Dyrholm, Malgorzata Szumowska e Nicole Garcia. Il presidente è stato Guillermo del Toro, vincitore del Leone d’Oro della scorsa edizione del festival, con La forma dell’acqua.

Film in concorso.
LEONE D’ORO per il miglior film a:
ROMA
di Alfonso Cuarón (Messico)

LEONE D’ARGENTO – GRAN PREMIO DELLA GIURIA a:
THE FAVOURITE
di Yorgos Lanthimos (UK, Irlanda, USA)

LEONE D’ARGENTO – PREMIO PER LA MIGLIORE REGIA a:
Jacques Audiard
per il film THE SISTERS BROTHERS (Francia, Belgio, Romania e Spagna)

COPPA VOLPI
per la migliore interpretazione femminile a:
Olivia Colman
nel film THE FAVOURITE di Yorgos Lanthimos (UK, Irlanda, USA)

COPPA VOLPI
per la migliore interpretazione maschile a:
Willem Dafoe
nel film AT ETERNITY’S GATE di Julian Schnabel (USA, Francia)

PREMIO PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA a:
Joel Coen Ethan Coen 
per il film THE BALLAD OF BUSTER SCRUGGS di Joel Coen e Ethan Coen (USA)

PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA a:
THE NIGHTINGALE
di Jennifer Kent (Australia)

PREMIO MARCELLO MASTROIANNI
a un giovane attore o attrice emergente a:
Baykali Ganambarr
nel film THE NIGHTINGALE di Jennifer Kent (Australia)

Premio Venezia Opera Prima.
LEONE DEL FUTURO 
PREMIO VENEZIA OPERA PRIMA “LUIGI DE LAURENTIIS” a:
YOM ADAATOU ZOULI (THE DAY I LOST MY SHADOW)
di Soudade Kaadan (Repubblica Araba Siriana, Libano, Francia, Qatar)
ORIZZONTI

Orizzonti.
PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR FILM
a:
KRABEN RAHU (MANTA RAY)
di Phuttiphong Aroonpheng (Thailandia, Francia, Cina)
PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE REGIA a:
Emir Baigazin
per il film OZEN (THE RIVER) (Kazakistan, Polonia, Norvegia)
PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA ORIZZONTI
 a:
ANONS (THE ANNOUNCEMENT)
di Mahmut Fazıl Coşkun (Turchia, Bulgaria)PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE INTERPRETAZIONE FEMMINILE a:
Natalya Kudryashova
nel film TCHELOVEK KOTORIJ UDIVIL VSEH (THE MAN WHO SURPRISED EVERYONE) di Natasha Merkulova e Aleksey Chupov (Russia, Estonia, Francia)PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIOR INTERPRETAZIONE MASCHILE a:
Kais Nashif
nel film TEL AVIV ON FIRE di Sameh Zoabi (Lussemburgo, Francia, Israele, Belgio)

PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA a:
Pema Tseden
per il film JINPA di Pema Tseden (Cina)

PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR CORTOMETRAGGIO a:
KADO
di Aditya Ahmad (Indonesia)

VENICE SHORT FILM NOMINATION FOR THE EUROPEAN FILM AWARDS 2018 a:
GLI ANNI
di Sara Fgaier (Italia, Francia)

 

Venezia Classici.
PREMIO VENEZIA CLASSICI PER IL MIGLIOR DOCUMENTARIO SUL CINEMA
 a:
THE GREAT BUSTER: A CELEBRATION
di Peter Bogdanovich (USA)

PREMIO VENEZIA CLASSICI PER IL MIGLIOR FILM RESTAURATO a:
LA NOTTE DI SAN LORENZO
di Paolo e Vittorio Taviani (Italia, 1982)

 

Venice Virtual Reality.
PREMIO MIGLIOR VR (STORIA IMMERSIVA)
 a:
SPHERES
di Eliza McNitt (USA, Francia)

PREMIO MIGLIORE ESPERIENZA VR (PER CONTENUTO INTERATTIVO) a:
BUDDY VR
di Chuck Chae (Repubblica di Corea)

PREMIO MIGLIORE STORIA VR (PER CONTENUTO LINEARE) a:
L’ÎLE DES MORTS
di Benjamin Nuel (Francia)

 

Final Space – La recensione

L’estate è finita, qui a Cinemundto si torna a scrivere di cinema e, per la prima volta, anche di una serie. Dopo la semi-delusione provocata dal tiepido Disincanto di Matt Groening, eccoci alle prese con il nuovo show animato creato da Olan Rogers e David Sacks per l’emittente TBS (mentre da noi lo trovate su Netflix). Parliamo di una space opera che sulla scia del già cultissimo & coloratissimo Rick & Morty ci riporta ai tempi nostalgici di Futurama: Final Space.

final-space-banner

Come nella classica formazione vincente che James Gunn ci ha regalato con i suoi due capitoli de I Guardiani della Galassia, i nostri protagonisti sono un gruppo di affiatati perdenti che devono salvare la Terra (meglio dire l’universo, suona meglio) dal malvagio cattivone di turno. In questa sorta di famiglia Continua a leggere “Final Space – La recensione”