Suspiria (2018) – La recensione in anteprima da Vienna (contiene SPOILER)

“Andare oltre”, un pensiero febbrile sul Suspiria di Luca Guadagnino.
La mia è una opinione emotiva, febbrile, che necessito di esternare. Mentre scrivo tremo, agguantato dall’impazienza di raccontare e dal freddo austriaco. Qui, a Vienna, ho avuto modo di vedere in anteprima “Suspiria” (mentre in Italia il film uscirà il 1 gennaio 2019 – N.d.R.), realizzato da un Luca Guadagnino ben felice (si veda la conferenza stampa di Venezia) di rendere onore con la sua firma e le sue forza alla pellicola originale di Dario Argento. Ma nel cimentarmi a riflettere su “Suspiria” (2018) ritengo sia necessario dimenticarsi del parallelo con il suo originale: quella che vi trovate davanti è una creatura completamente diversa.

Eppure, un’immagine dal ’77, che racchiude l’essenza dell’opera di Continua a leggere “Suspiria (2018) – La recensione in anteprima da Vienna (contiene SPOILER)”

Annunci

First Man – La recensione

Nel 2016, Damien Chazelle apriva il 73esimo Festival del Cinema di Venezia con La La Land, meraviglioso musical e storia d’amore tra due romantici sognatori. Nel 2018, Chazelle ritorna ad aprire il Festival del Cinema di Venezia con una nuova incredibile opera: First Man – Il primo uomo, film biografico sulla grandiosa missione spaziale compiuta dall’astronauta americano Neil A. Armstrong.

Risultati immagini per first man
Whitey on the moon.

Via con la trama: il film segue il periodo dal momento in cui Neil Armstrong (Ryan Gosling), ancora civile, entra a far parte del NASA Astronaut Corps (1962), passando per la missione Gemini 8 (1966), fino alla riuscita dell’emblematica missione Apollo 11 (20 luglio 1969): ovvero lo sbarco sulla Luna. Oltre alla Continua a leggere “First Man – La recensione”

Final Space – La recensione

L’estate è finita, qui a Cinemundto si torna a scrivere di cinema e, per la prima volta, anche di una serie. Dopo la semi-delusione provocata dal tiepido Disincanto di Matt Groening, eccoci alle prese con il nuovo show animato creato da Olan Rogers e David Sacks per l’emittente TBS (mentre da noi lo trovate su Netflix). Parliamo di una space opera che sulla scia del già cultissimo & coloratissimo Rick & Morty ci riporta ai tempi nostalgici di Futurama: Final Space.

final-space-banner

Come nella classica formazione vincente che James Gunn ci ha regalato con i suoi due capitoli de I Guardiani della Galassia, i nostri protagonisti sono un gruppo di affiatati perdenti che devono salvare la Terra (meglio dire l’universo, suona meglio) dal malvagio cattivone di turno. In questa sorta di famiglia Continua a leggere “Final Space – La recensione”

Brawl in Cell Block 99 – La recensione

A Venezia 74 si era sparsa la voce di un certo Craig Zahler che si era presentato fuori concorso con “uno dei film più violenti degli ultimi anni”: Brawl in Cell Block 99, che ora è finalmente uscito (direttamente in home video) anche in Italia. Dopo l’esordio col western-horror Bone Tomahawk, Zahler scrive-dirige-suona (ne compone anche le poche musiche) un altro film di genere, un prison movie assurdamente e meravigliosamente contaminato da tinte surreali.

Si chiama Bradley Thomas, non Brad…

La storia è una lineare discesa all’inferno. Per davvero. Bradley Thomas (non chiamatelo “Brad”: vi… correggerà) è un omone di Continua a leggere “Brawl in Cell Block 99 – La recensione”

Jurassic World – Il regno distrutto – La recensione

Veder continuare sviluppare la saga di Jurassic Park è una sensazione agrodolce. In un certo senso è un po’ quello che si pensa continuamente con Star Wars e i suoi sequel, prequel e spin-off (ehi, leggetevi di Solo!), solo che il primo fanchise appartiene alla Universal mentre il secondo è della Lucas Films/Disney. Dicevo agrodolce perchè da un lato è sempre un piacere tornare a vedere e a scoprire nuovi dinosauri, dall’altro sembra che i films siano sempre più improntati sull’aspetto sbalorditivo (e in effetti è parte del loro compito), tralasciando tutto il resto (il Jurassic World di Trevorrow, oltre ad una storia patinata e nostalgicamente vecchia e per niente originale, peggiorava addirittura quando comparivano i bestioni giurassici costruiti con una CGI terrificante). Per Jurassic World – Il regno distrutto, J.A. Bayona è andato giustamente a sostituire Trevorrow alla regia, che però è rimasto ancorato in sceneggiatura (e ce lo ritroveremo di nuovo alla regia del prossimo capitolo). Non abbiate timore, lasciatevi inquietare, ammaliare e commuovere piuttosto. Il film, che qui abbiamo visto ieri sera in anteprima, è comunque molto WOW.

Come al solito la scusa di un Jurassic Park o Jurassic World qualsiasi è sempre la stessa: bisogna tornare sull’isola dei dinosauri. Su Isla Nublar sono passati ormai tre anni dagli ultimi tragici avvenimenti, quella che un tempo era la famosa Continua a leggere “Jurassic World – Il regno distrutto – La recensione”